Un nome amichevole e un’icona che ricorda il classico maggiordomo anglosassone, ma più sorridente: Alfred è un’app disponibile per dispositivi Android ed Apple, ed il suo scopo principale è quello di trasformare qualsiasi cellulare in una telecamera di sicurezza, controllabile da remoto da qualsiasi altro dispositivo (computer incluso). Prima di parlare della mia personale esperienza con questa App, sottolineo fin da subito che Alfred è gratuito (con pubblicità, ovviamente) e che, anche in versione gratuita, non ci sono limitazioni di utilizzo. E’ un dettaglio non di poco conto, perchè sugli App Store (di Google e di Apple) sono presenti moltissimi software molto simili ad Alfred, ma la maggior parte sono a pagamento, oppure non funzionano altrettanto bene, o non funzionano per niente. Mi sono imbattutto in Alfred quasi per caso, dopo aver provato altri software (come WardenCam, che prometteva molto bene ma stranamente non ha funzionato affatto, nemmeno sotto copertura Wi-Fi; magari a voi funziona… link su App Store, link su Google Play). Il presupposto di base di Alfred è che ognuno di noi, quasi sicuramente, ha un cellulare che non usa abbandonato in un cassetto. Cellulare che, magari, è ancora perfettamente funzionante e che purtroppo per lui è stato sostituito dal nuovo, bellissimo, fiammante modello. Grazie ad Alfred, questo povero, abbandonato cellulare potrà di nuovo rendersi utile, andando a proteggere la nostra casa (o il garage, la cantina, il terrazzo…quello che volete!). Gli unici requisiti necessari affinchè tutto funzioni correttamente è la connessione ad Internet ed una presa elettrica; è abbastanza semplice posizionare un cellulare in casa, visino ad una presa elettrica e sotto la copertura del nostro access point Wi-Fi. Può esserlo decisamente meno quando iniziamo a spostarci fuori dal raggio della nostra Wi-Fi o addirittura in altri posti più lontani dove anche la presenza di una presa elettrica non è un fatto scontato. Con una prolunga di qualche metro, è possibile portare l’elettricità un pò ovunque, mentre c’è poco da fare se la copertura Wi-Fi del vostro access point è limitata. In questo caso, l’unica soluzione è quella di avere una SIM telefonica attiva con un piano dati, e purtroppo ciò vuol dire spendere qualche soldino in più.  Io sono stato decisamente fortunato (e spero lo siate anche voi), perchè ho trovato un’offerta da parte di TIM chiamata GigaXTe che, alla modica cifra di 3 Euro al mese, offre 1 GB di traffico su rete cellulare, anche in 4G. TIMCome ho fatto a scovarla? Semplice: per prima cosa ho inserito la SIM nel cellulare che volevo utilizzare con Alfred (un vecchio iPhone 4S) e quindi ho installato la App MyTIM (link a Google Play e App Store). Una volta avuto accesso all’applicazione, ho dato un’occhiata alla sezione “Offerte per te” e ho trovato l’offerta GigaXTe, attivabile gratuitamente dalla App o online. Inutile dirlo, è capitata “a fagiolo” e quindi l’ho attivata subito, e dopo nemmeno 15 minuti l’opzione era già attiva. A questo punto, ho eseguito alcuni test di connessione tramite rete cellulare e, inutile dirlo, la qualità della connessione è davvero elevata (nonostante la App non trasmetta in risoluzione HD, in modalità gratuita). Se non trovate questa opzione, o se utilizzate un altro operatore telefonico, potete sempre chiamare il numero di assistenza del vostro operatore e spiegargli la vostra esigenza: a volte, l’assistenza clienti può offrire qualche tariffa non presente ufficialmente nel sito dell’operatore telefonico… Alfred non consuma moltissima banda, quindi un piano dati che preveda 1 GB di internet al mese è più che sufficiente. Secondo le mie stime, basate su circa un mese di utilizzo, Alfred consuma mediamente 20 MB di connessione al giorno; in questi 20 MB sono inclusi diversi collegamenti da remoto, trasmissione di audio e richiesta di video registrati, quindi un piano dati da 1 GB è ampiamente sufficiente. Credo che la versione Premium, con risoluzione video in HD, consumi più banda, ma purtroppo ho ho dati a riguardo in quanto ho utilizzato solamente la versione gratuita. In ogni caso, credo che un utilizzo moderato dovrebbe rientrare tranquillamente nel limite di 1 GB al mese. Parlo (finalmente) della App e delle sue funzioni: la configurazione è semplicissima e richiede un account Google (requisito standard per chi utilizza Android, non proprio scontato per chi utilizza dispositivi Apple ma in ogni caso semplice da ottenere, e totalmente gratuito); la App va installata sia sul dispositivo che fungerà da telecamera, sia sul dispositivo “controllore”; l’account Google è necessario per poter collegare i due (o più) dispositivi fra loro in modo del tutto automatizzato. Una volta aggiunta la telecamera e configurato anche il dispositivo controllore, è possibile utilizzare tutte le funzioni della App; si va dal rilevatore di movimento (attivabile anche da remoto dal dispositivo controllore) che presenta tre livelli di sensibilità, fino alla visione notturna che si è rivelata davvero efficace. E’ molto utile anche la possibilità di interagire con la telecamera utilizzando il pulsante “microfono”: basta tenerlo premuto e parlare nel proprio dispositivo e, una volta rilasciato il pulsante, l’audio registrato verrà inviato alla telecamera, a mo’ di walkie talkie. Dopo più di un mese di utilizzo non ho riscontrato alcun problema: la App ha funzionato perfettamente su iPhone 4S, iPhone 5, iPhone 5S, Galaxy S3, Galaxy S4 eGalaxy S5 (in tutti i test, l’S5 è stato sempre il controllore). Se riuscite a trovare una buona offerta per un piano dati telefonico, oppure avete copertura wi-fi, Alfred si rivelerà la migliore app di videosorveglianza gratuita.

In breve
Videocamera di sicurezza a prezzo (quasi) zero con Alfred
Titolo
Videocamera di sicurezza a prezzo (quasi) zero con Alfred
Descrizione
Un nome amichevole e un'icona che ricorda il classico maggiordomo anglosassone, ma più sorridente: Alfred è un'app disponibile per dispositivi Android ed Apple, ed il suo scopo principale è quello di trasformare qualsiasi cellulare in una telecamera di sicurezza, controllabile da remoto da qualsiasi altro dispositivo (computer incluso)
Autore

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro