Wannacry? No, Petya: un altro attacco globale

Wannacry? No, Petya: un altro attacco globale

Tempo di lettura: 1 minuto

Stessa modalità, stesso fine: un cryptolocker infetta la vostra macchina, rende inutilizzabili i vostri file e l’unico modo per recuperarli è quello di pagare 300 Dollari in Bitcoin per ottenere la password di sblocco.

Questo è ciò che ha fatto Wannacry un mesetto fa, ed è quello che fa anche Petya, un cryptolocker già noto che però è tornato alla ribalta, leggermente modificato (Petrwrap, o un nome simile) in modo da non soffrire delle stesse lacune che hanno reso Petya abbastanza semplice da aggirare.

Come per Wannacry, Petr*qualcosa* sfrutta le falle del sistema SMB di Windows, il noto exploit EternalBlue, al quale però ha aggiunto anche la diffusione mediante e-mail, metodo sicuramente più classico ma efficace cavallo di troia per gli utenti meno attenti.

(altro…)

Ultimo update di il .

Pin It on Pinterest