Google e il diritto di dimenticare (o di censurare?)

Google e il diritto di dimenticare (o di censurare?)

Tempo di lettura: 2 minuti

La notizia è più o meno questa: una sentenza della Corte Europea (datata 13 Maggio 2014) che vede coinvolta Google, Google Spain e alcuni rappresentanti di governo di diversi paesi dell’Unione Europea (fra i quali l’Italia) ha sancito che Google deve rimuovere alcune voci dai risultati delle ricerche in quanto lesivi per la reputazione dei soggetti citati.

In parole povere, la Corte Europea ha aperto le porte alla censura, o se preferite, alla riscrittura della storia un pò come viene raccontata nel romanzo 1984 di George Orwell.

E’ abbastanza interessante mettere in relazione il fatto con questa notizia, datata 2 Luglio, dove il giornalista della BBC Robert Peston si chiede “Perchè Google mi ha spedito nell’oblio?”. La risposta è nell’articolo stesso, dove infatti Peston parla del suo articolo e si viene a sapere che aveva parlato delle marachelle della banca Merryl Lynch, e di un tale  Stanley O’Neal (anche se in realtà lo stesso Peston fece intendere che O’Neal fu più che altro un capro espiatorio per i pezzi ben più grossi di lui).

(altro…)

SOPA e PIPA le nuove minacce alla libertà di Internet

SOPA e PIPA le nuove minacce alla libertà di Internet

Tempo di lettura: 1 minuto

Non c’è molto da aggiungere, o da discutere, sull’argomento. Basta fare un ricerca e si possono trovare tutte le informazioni del caso sulla minaccia a stelle e strisce, come potete leggere su Punto Informatico, a questo indirizzo. Invece, l’unica cosa sensata che qualunque cittadino della rete può e deve fare, è sottoscrivere la petizione online.

Visto che non siete cittadini americani, dovete scorrere un pò più basso  e “firmare” con la vostra email dove leggete “Not in the us? Petition the state department”. E’ tutto, a voi la scelta.

 

 

Ultimo update di il .

Pin It on Pinterest