Non è poi tanto inusuale che non si voglia buttar via un giocattolo tecnologico, che sia uno sconosciuto lettore MP3 o un più blasonato iPod, anche se di vecchia generazione. Il discorso diventa ancor più valido se l’oggetto in questione funziona ancora egregiamente, ma risente solamente dell’avanzare tecnologico che, inesorabilmente, rende obsoleti apparecchi che potrebbero funzionare ancora per lungo tempo.

A volte poi, l’avanzare tecnologico è solo apparente: infatti, il limite non è nell’apparecchio, ma nel software che lo gestisce, e quindi l’invecchiamento è dato semplicemente dal mancato supporto del produttore per i suoi vecchi dispositivi.

Con quest’idea in mente, qualche anno fa, ho rimesso in sesto il mio vecchio iPod Mini (seconda generazione, anno 2005), che aveva perso ormai completamente la capacità di ricarica; un rapido giro su eBay e ho potuto acquistare una batteria di ricambio da ben 700 mAh (l’originale è da 560 mAh, se non sbaglio). Ma non era questo il problema: volevo fare qualcosa in più con quell’iPod, oltre ad ascoltare musica, e soprattutto non volevo usare iTunes ogni volta. Ah, e non volevo usare per forza MP3 o AAC. E magari, volevo anche fare una partitina al solitario. Insomma, ecco perchè alla fine, dopo una ricerca su Google, sono approdato al sito di RockBox.

RockBox – Open Source Jukebox Firmware

In poche parole, RockBox si affianca al firmware standard dell’iPod, e ne prende il posto in fase di avvio del lettore MP3. Le caratteristiche salienti sono:

  • Supporto a un maggior numero di formati audio: MP3, MP4, WMA, OGG/Vorbis,  FLAC, MPEG2, e moltissimi altri
  • Possibilità di cambiare interfaccia mediante skin
  • Supporto di formati non audio (testo, video, immagini JPEG)
  • Funzioni aggiuntive, giochi e piccoli programmi grazie alla struttura a plugin
  • Equalizzatore multibanda, filtri audio avanzati, modifica della spazialità del suono (grandissima figata)
  • Gestione dei file audio non vincolata ad iTunes (basta copiare i file in una cartella qualunque e avviare la scansione del database)

Per l’installazione , basta utilizzare il semplice programma RockBox Utility, disponibile per Windows, Mac e Linux, e seguire la procedura guidata. I passi principali sono il riconoscimento da parte del programma del proprio lettore MP3, seguito dall’installazione del bootloader modificato (che può gestire quindi l’avvio sia del firmware originale, sia di RockBox) e quindi l’installazione del firmware vero e proprio; dalla RockBox Utility si possono installare anche le caratteristiche extra, come i temi supplementari, i caratteri e i giochi (c’è anche Doom!).

RockBox è compatibile con quasi tutti gli iPod e con moltissimi altri lettori MP3; la lista completa è qui.

E’ interessante notare che RockBox, almeno su iPod, non sostituisce il firmware originale ma lo affianca; ciò vuol dire che, se volete, potete riavviare l’iPod e usare il software standard. Per farlo, basta riavviare l’iPod con la combinazione Tasto centrale + Menu, quindi, appena il display si azzera, tenere premuto il tasto Menu; di solito appare il logo della Mela, poi si accende la retroilluminazione, si spegne e quindi parte il firmware originale.

RockBox è l’ideale per i primi iPod con schermo a colori, che di solito non possono visualizzare i video; per gli iPod più anzianotti con schermo a matrice in bianco e nero, come il mio, il fatto di poter vedere un video o di giocare a Doom è un divertente esercizio tecnico, ma non trova una reale applicazione. Però, adesso lo fa 🙂 .

 Le operazioni descritte in questa pagina potrebbero invalidare la garanzia del proprio dispositivo; inoltre non mi ritengo responsabile per eventuali danni o perdita di dati verificatisi a causa delle operazioni descritte qui o in qualsiasi altra pagina del sito. L'unico responsabile sei tu che non hai fatto un backup e non ti sei informato abbastanza, fidandoti del primo venuto. 

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro