E alla fine è arrivato: qualche giorno fa è stata resa disponibile per il download la versione di MIUI 2.3.16 basata su ICS 4.0.3, anche per il Samsung Galaxy S2 (e altri dispositivi, ovviamente). Un pò per pigrizia, un pò per “paura del nuovo”, ho attesa qualche giorno prima di fare il grande passo.

Quindi, vi segnalo che sul sito di Nexus Lab sono disponibili per il download sia lo zip del sistema operativo, che il classico Italian Pack per la traduzione nell’italico idioma.

Ci sono delle raccomandazioni e delle info importanti, che vado ad elencarvi (raccolte qui e la, sul sito ufficiale MIUI e su quello di MIUI UK e Scotland, e in qualche forum), che vi consiglio di leggere per evitare subito qualche brutta sorpresa:

  • per adesso, la versione 2.3.16 (presa da Nexus Lab e in Italiano) è quella che funziona senza grossi problemi, nonostante qualche bug corretto con dei workaround, segnalati proprio nel post sul sito di Nexus Lab;
  • La versione 2.3.23 presenta dei bug gravi che portano a un FC (Force Close) su Samsung Galaxy S2, HTC Sensation e Huawei Honor. Probabilmente è questo il motivo per il quale oggi, che è venerdì, non è ancora uscito l’update canonico di MIUI;
  • Sul sito di MIUI Scotland, ovvero i curatori della versione Galnet, è invece disponibile la versione 2.3.19 che è dichiarata compatibile e funzionante anche per Galaxy S2 (e altri), che presenta oltretutto una decina di bug corretti rispetto alla versione 2.3.16 ufficiale. Unico neo: ve la tenete in Inglese, visto che il Language Pack in Italiano non c’è (e non installateci quello preso da Nexus Lab, altrimenti so’ dolori!)

In effetti, cambiare da un solido GingerBread 2.3.7 ultracollaudato a un ICS ancora poco conosciuto non è una decisione banale, ma alla fine mi sono armato di pazienza e ho compiuto il grande passo.

Ho in mente di preparare un articolo dedicato al passaggio verso ICS, con qualche consiglio per evitare gli errori comuni che potrebbero portare a perdere un sacco di tempo. E avrei in mente anche una altro articoletto sulle differenze e le aggiunte presenti in ICS che, a mio avviso, giustificano ampiamente lo sbattimento del passaggio.

Se siete già abbastanza smaliziati, oppure se avete sottomano l’amico in gamba con i computer ®, vi consiglio caldamente di passare alla nuova generazione del sistema operativo di Google, sfanculando alla grande i tempi titanici che Samsung (e altri produttori) impiegano per aggiornare i propri smartphone.

E poi, diciamocelo: KIES fa davvero pena, è molto meglio usare Odin o Heimdall, o direttamente CWM.

Happy flashing!

Prima di eseguire il flashing della ROM occorre eseguire un backup del proprio dispositivo, con programmi dedicati come Titanium Backup oppure un Nandroid Backup mediante ClockWorkMOD.
 Le operazioni descritte in questa pagina potrebbero invalidare la garanzia del proprio dispositivo; inoltre non mi ritengo responsabile per eventuali danni o perdita di dati verificatisi a causa delle operazioni descritte qui o in qualsiasi altra pagina del sito. L'unico responsabile sei tu che non hai fatto un backup e non ti sei informato abbastanza, fidandoti del primo venuto. 

 

 

 

 

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro