Tempo di lettura: 4 minuti

Come regalo per il mio compleanno ho deciso di farmi regalare questo simpatico Media Center Android che, ad un prezzo inferiore a 50 Euro, sembra promettere faville, almeno sulla carta.

Dopo una settimana di utilizzo da utente “normale” (non ho ancora provato né ad eseguire rooting, né a cambiare il software di fabbrica), posso affermare che lo YunTab MXV S805 è un prodotto valido, soprattutto considerando il prezzo davvero contenuto. Nel vasto mondo dei media center/tv box Android ci sono nomi più conosciuti di altri (per esempio, Minix), ma i prezzi sono decisamente più alti. Inoltre, sembrerebbe che questo YunTab MXV sia il clone di un altro prodotto, chiamato invece MXQ, dalle caratteristiche simili. Alla fine, stiamo parlando di prodotti “Cinesi DOC”, ed è normale ritrovarsi con una moltitudine di prodotti che si somigliano fra loro, pacchettizzati con nomi differenti in base alla fabbrichetta che li produce (con sede a Shenzhen, ovvio). Ma parliamo dell’aggeggio che mi sono ritrovato fra le mani, che è meglio.

Il TV Box si presenta dentro una scatola di cartone, dal design pessimo (vabbè, tipico), che contiene il dispositivo, il telecomando, un cavo HDMI, un cavo AV e l’alimentatore. Ah si, anche un manuale di istruzioni, che potevano tranquillamente risparmiarsi. Si collega in due secondi alla TV tramite cavo HDMI e, se avete un decoder Dolby/DTS, c’è anche il connettore S/PDIF (ma il cavo lo dovete comprare visto che non è incluso). Una volta alimentato, impiega un minuto scarso ad avviarsi e si presenta con un’interfaccia minimale “a mattonelle”; semplice e senza pretese, abbastanza semplice da utilizzare con il telecomando (che viene fornito senza pile, quindi attrezzatevi con due mini stilo formato AAA). Il sistema è un affidabile Android KitKat 4.4 e, una volta collegato il TV Box alla rete Wi-Fi (o al cavo Ethernet, se volete), vi verrà anche proposto un update del sistema che installerà la versione aggiornata del software (che include anche lo store Google Play). Come software preinstallato c’è poco, giusto quello che serve, ma la presenza dello store Google (e anche di Aptoide, se non volete inserire le informazioni del vostro account Google) permette di aggiungere qualsiasi software vogliate. Sto cercando informazioni su XDA e su FreakTab per capire come eseguire il root e come installare un software differente (tipo OpenElec, o un qualsiasi Android Lollipop ). Quando (e se) riuscirò a farlo, magari pubblicherò un altro articoletto.

Lo scopo primario di questo TV Box è quello di far girare applicazioni multimediali, e quindi cosa c’è di meglio di Kodi (prima conosciuto come XBMC) per poterlo sfruttare a fondo? Infatti, Kodi risulta nelle applicazioni preinstallate ed è già ben imbottito di plug-in (molti dei quali inutili, a dire il vero) per poter vedere contenuti video e audio in streaming da diverse fonti (tutte non italiane, per inciso). Per poter sfruttare al meglio Kodi, vi rimando alle numerosissime guide presenti in rete. In ogni caso, consiglio di disinstallare l’applicazione Kodi fornita e di reinstallarla pulita pulita da Google Play o da Aptoide.

Non mi dilungherò su aspetti tutto sommato marginali e che altri hanno già descritto nei loro siti, come per esempio le caratteristiche tecniche (1GB di RAM, 8GB di spazio, Bluetooth, Wi-Fi, Ethernet, uscita S/PDIF e HDMI, 4 porte USB e telecomando) o quelle estetiche (banale scatolotto di plastica, che tanto andrà nascosto da qualche parte dietro il TV), ma preferisco concentrarmi su quello che è realmente importante, ovvero la domanda: “ma che ci posso fare?”

Personalmente, l’uso primario è quello di media player a tutto tondo con Kodi, dal quale riesco ad accedere alla mia collezione audio/video memorizzata sul NAS (questo qui); inoltre, aggiungendo qualche plug-in lo uso anche per vedere YouTube e numerosi canali TV via Internet. Basta dare un’occhiata ai vari add-on disponibili per il download direttamente dall’interfaccia di Kodi per perdere ore e ore a navigare in mezzo a canali TV astrusi (cosa peraltro divertentissima).

2012-07-02 22.36.34Altro utilizzo divertente (in tutti i sensi) è legato al retrogaming; come già accennato in questo articolo, è possibile installare diversi emulatori anche su dispositivi Android, e questo giocattolino si presta magnificamente allo scopo; ho personalmente testato i videogiochi delle annate dal 1980 al 2000, principalmente i titoli usciti sulla piattaforma Neo-Geo e sono perfettamente giocabili. Inoltre, la possibilità di collegare un semplicissimo joypad/joystick USB ad una delle 4 porte presenti (oppure di usare un controller Bluetooth come l’iPega PG-9025 o PG-9017, che recensirò a breve) lo rendono praticamente perfetto. Se le caratteristiche tecniche fossero state un filino migliori (ad esempio, 2 GB di RAM e un processore più performante) si sarebbero potuti emulare anche videogiochi più complessi (come Mortal Kombat o Street Fighter Third Strike, che comunque si riesce a far girare in maniera quasi decente). Ma va bene così.

Si può usare anche per la navigazione internet o per leggere la posta; usando una tastiera wireless con touchpad integrato come questa qui, l’operazione diventa davvero semplice. Si può collegare praticamente qualsiasi dispositivo: tastiere, mouse, joypad, hard disk, pendrive USB e così via (ma stranamente, la vecchia Apple Keyboard non ne ha voluto sapere di funzionare), così da poter utilizzare lo YunTab MXV quasi come se fosse un banalissimo personal computer.

Diciamo che, per certi aspetti, in molti potrebbero rinunciare al classico computer in favore di un aggeggino come questo: costa poco, consuma ancora meno, si collega alla TV in due secondi ed è davvero semplicissimo da usare.

Per me, promosso: lo YunTab MXV si è conquistato il suo posto in salotto, proprio sotto la TV, sopra il decoder MySky, un pochino a sinistra… un pò più avanti, che altrimenti il telecomando non prende bene 😉

 

 

Hai letto fin qui? Sul serio? Allora forse ti sono stato utile!

In breve
Data
Oggetto
YunTab MXV S805 TV Box
Giudizio
41star1star1star1stargray

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro