Tempo di lettura: 3 minuti

Una premessa a difesa della mia (spero) imparzialità: non sono un fanatico di Apple. nonostante possegga molti dei suoi prodotti, molti, non posseggo né iPhone né iPad. Conosco sufficientemente bene Apple, visto che ho lavorato parecchio sui Quadra e sulle successive evoluzioni dei suoi computer, e ho assistito al ritorno di Jobs (e in Italia non è che se ne parlasse molto, nel 1998), e alla successiva rivoluzione iMac, iPod e OSX. Non posseggo personalmente un iPhone o un iPad ma li conosco benissimo per via del lavoro che faccio: ne avrò configurati decine, e decine ne gestisco per conto di altri. Insomma, basta così: diciamo che un paio di idee personali posso essermele fatte a ragion veduta.

Detto ciò, questo iPhone 5 è davvero il peggior iPhone mai creato. Un bel prodotto, ma il peggiore iPhone sotto il punto di vista dell’innovazione. In sostanza, hanno allungato un iPhone 4S e lo hanno tinto di nero; somiglia a bellissimo Samsung Galaxy S2 in alluminio e cristallo, e anche le caratteristiche tecniche somigliano a un cellulare di qualche mese fa piuttosto che all’ultimo “mostro” di tecnologia come lo ha dipinto Tim Cook alla presentazione ufficiale.

Siamo seri, per un momento, e prendiamo i numeri. Non idee, non supposizioni, non barzellette. Numeri, date, fatti.

  • A Giugno 2007 viene lanciato l’iPhone, quindi a Giugno 2012 sono scoccati i 5 anni. Apple ha accumulato un bel vantaggio, direi.
  • I possibili contendenti, almeno fino al 2010, sono stati tutti surclassati. Nokia (ex leader), LG, Samsung, HTC, Motorola: nessuno di loro riuscì a intaccare il predominio di iPhone.
  • Succede un bel casino: scende in campo Google con Android nel 2008, ma il progetto parte lentamente.
  • Nel 2011, alla fine, Android esplode grazie al Samsung Galaxy S2: 3 milioni le prenotazioni, a Luglio 5 milioni di pezzi venduti, a Settembre 10 milioni e a Febbraio 2012 20 milioni.
  • In tutto questo, Samsung alla fine sorpassa Apple, e attualmente la quota di mercato detenuta dalla koreana è del 30% rispetto al 18,8% di Apple.

Ora, magari all’uomo comune non gliene frega molto dei numeri e del market share, però diamine: arriva un cellulare, l’S2, che spazza via 5 anni di predominio in meno di anno e ribalta il mercato come un calzino, e ancora si sta aspettando che Apple ci mostri il futuro? l’S2 non è bello come l’iPhone, quindi se le persone lo hanno comprato un motivo ci sarà: magari è semplice da usare, a modo suo ma semplice; magari ci sono tonnellate di applicazioni e giochi di alta qualità gratis; magari è più versatile e ti permette di andare in giro con una batteria di riserva, invece di fare il barbone ed elemosinare in giro una presa di corrente perchè alle 2 del pomeriggio la batteria è al 18%.

Di certo, non credo che tutti i 20 (e più) milioni di acquirenti siano nerd come il sottoscritto, che sanno bene cosa vogliono e se la vanno a comprare dopo aver confrontato almeno altre 5 alternative.

No, questi milioni di persone sono la gente comune, quella che ti chiede una mano perchè “sai, non ci capisco un cazzo di questi cosi, mi configuri al mail?”.

Ecco, credo che stavolta non basti uno schermo da 4 pollici, la connettività LTE (inesistente in Italia) e una bella scocca di alluminio per giustificare l’ennesimo esborso monetario a favore di Apple. Il Galaxy S2 o l’S3 sono già sul mercato e sono in mano a milioni di persone, e sono più versatili e più economici.

A parte la cieca obbedienza che contraddistingue l’utente medio Apple, obbedienza che porta a dire frasi insensate come “Basta che ci sia una mela sopra e io lo compro”, non vedo motivi plausibili per l’acquisto.

E giusto per ritornare al titolo: iPhone fa rima con delusione. 

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro