Tempo di lettura: 2 minuti

Anche se la parola “testamento” non viene nominata, esiste una funzione specifica che vi consente di stabilire cosa succede al vostro account Google nel caso in cui non venga utilizzato per un certo periodo di tempo.

Il vostro account Google contiene moltissime informazioni, e molto probabilmente alcuni di voi non hanno nemmeno idea di quante siano.

Se usate spesso Google Maps o Latitude, oppure Google+ o Picasa, potreste rimanere sorpresi nell’apprendere quante informazioni vengono immagazzinate nel vostro account; la cronologia delle posizioni ( https://maps.google.com/locationhistory/b/0/ ), la cronologia web ( https://history.google.com/history/ ), le foto ( https://plus.google.com/u/0/photos ), senza contare ovviamente i messaggi di Gmail e Hangout, i documenti e i files in Google Docs, il calendario, i video di YouTube. Potete iniziare ad esplorare il vostro account da questo link, ma sarà un viaggio luuuuungo…

Detto ciò, torniamo all’argomento principale: che fine fanno questi dati quando non siamo più nel mondo dei vivi (grattata generale dove volete) ?

Google AccountIntanto, per raggiungere l’opzione in questione dovete accedere al vostro account: digitate https://accounts.google.com e inserite username e password se non lo avete già fatto. Una volta avuto accesso, andate alla pagina https://www.google.com/settings/account e qui, in fondo, nella sezione Gestione dell’account, troverete scritto “Stabilisci che cosa vuoi fare del tuo account quando smetti di utilizzare Google”. Sotto c’è un link: cliccatelo e siete arrivati (date un’occhiata all’immagine qui a fianco).

Potete impostare il vostro account in modo che, trascorso un certo periodo di tempo senza nessuna attività (nessun login, nessuna foto condivisa, nessuna email inviata…), vi venga inviato un promemoria che vi ricorda che il vostro account è inutilizzato. Il promemoria viene inviato a un numero di cellulare e alla vostra email (o anche più di una, basta impostarla). Se il vostro account non viene più utilizzato, trascorso il periodo detto ” di timeout” si passa alla fase due: vengono contattati fino a 10 “contatti fidati”.

Gestione Account InattivoGoogle invierà in automatico una mail e un messaggio SMS ai vostri contatti fidati; il messaggio lo scriverete voi stessi e spiegherete la situazione. Non è simpatico ricevere e-mail dal regno dei morti (o dal paradiso, se preferite), quindi cercate di essere spiritosi o, ancora meglio, avvisate i vostri amici: almeno non sarà una sorpresa :). Potete scegliere di condividere con i vostri amici i dati del vostro account: messaggi, foto, documenti e così via. Dopo aver inserito un nominativo e scritto il messaggio, potete scegliere cosa condividere e inserire il suo numero di cellulare per l’invio dell’SMS di verifica, che sarà spedito solo al momento dell’invio del messaggio (quindi, alla scadenza del timeout).

Una volta avvisati i vostri amici e condiviso con loro i dati del vostro account, si passa alla fase tre: potete decidere se cancellare in automatico l’account oppure lasciarlo attivo. La scelta è completamente libera, siete voi i padroni dell’account.

Ecco fatto: ora la vostra vita digitale potrà essere gestita anche quando il tristo mietitore sarà passato a farvi visita (ma potreste sempre provare la tattica di Homer Simpson).

 

 

 

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro