Tempo di lettura: 2 minuti

Sembra una banalità, ma collegare il decoder di Sky a Internet potrebbe essere un problema; piccolo, ovviamente, ma sempre un problema. Di solito, il decoder non si trova vicino al modem/router ADSL, e quindi nella maggior parte dei casi non è possibile collegarlo mediante un semplice cavo ethernet. Sky offre la possibilità di acquistare un kit di collegamento senza fili a Internet, alla “modica” cifra di 59 Euro. Io ho gentilmente declinato l’offerta e ho provveduto in autonomia.

Per collegare il decoder MySky HD alla rete Internet di casa mediante il Wi-Fi occorre acquistare un semplice extender wireless, ovvero un apparecchio che si collega alla vostra rete Wi-Fi e la estende, fornendo un ulteriore presa per un cavo di rete. Quindi, utilizzando un apparecchio del genere, potete sistemare l’extender vicino al decoder di Sky, “agganciarlo”  alla vostra Wi-Fi e quindi collegarlo al decoder con un semplice cavo ethernet. Inoltre, come simpatico effetto collaterale, la copertura della vostra Wi-Fi sarà maggiore.

Esistono in commercio molti apparecchi di questo tipo, di varie marche: D-Link, NetGear, Sitecom, TP-Link. Inoltre, esistono anche soluzioni non wireless, come gli apparecchi powerline, ma in questo caso li trovo una soluzione più complessa da mettere in atto, perchè di solito vicino al decoder e alla TV c’è sempre una giungla di cavi e le prese elettriche  scarseggiano.

Parlerò quindi della soluzione più semplice, che costa meno e rende di più, ovvero il TP-Link TL-WR702N.

Questo simpatico aggeggino parte col piede giusto: è piccolissimo, non necessita di un alimentatore per funzionare (è sufficiente il cavo USB, quindi potete alimentarlo grazie alle prese USB che si trovano dietro il decoder di Sky) e oltretutto costa poco: io l’ho trovato su eBay a circa 25 Euro, e basta un giretto in Google Shopping per farsi un’idea.

 

Nella confezione trovate il mini extender, il manuale cartaceo, il CD di installazione, un alimentatore, un cavo USB e un cavo ethernet: non manca nulla. La configurazione è abbastanza semplice, e potete usare il CD fornito o seguire le indicazioni del manuale per collegare l’extender alla vostra Wi-Fi e, fatto ciò, sistemare l’apparecchio vicino al decoder e collegarlo con il cavo di rete. L’immagine qui accanto (presa dal sito TP-Link) spiega in maniera più semplice quanto appena detto.

Se non siete pratici con queste procedure, c’è anche la guida passo passo sul sito del produttore; la guida è in Inglese, ma qui c’è il link alla traduzione italiana di Google.

Una volta collegato il decoder all’extender, dovreste configurarlo per aggiornare le impostazioni della rete; premete il tasto Menu sul telecomando e andate nella configurazione del decoder; dovrebbe essere sufficiente aggiornare le impostazioni per far funzionare tutto.

Se non ci sono stati problemi, accedendo alla sezione On Demand dovreste vedere una valanga di titoli che prima non c’erano. Bene, ora potete spaparanzarvi sul divano!

Hai letto fin qui? Sul serio? Allora forse ti sono stato utile!

About 

Da quando avevo 8 anni ho sempre giocherellato con qualcosa anche solo vagamente simile a un computer. Attualmente faccio il system administrator su sistemi Windows/Mac/Linux/Qualsiasi, ma in passato ho lavorato anche come illustratore, musicista, webdesigner e pubblicista, e mi sono divertito abbastanza, direi. Ciò non toglie che non svolga queste attività anche ora, solo che dalle 9 alle 18, faccio il system administrator. Tutto qui.

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter

Pin It on Pinterest

Condividi!

Dillo in giro