Videocamera di sicurezza a prezzo (quasi) zero con Alfred

Videocamera di sicurezza a prezzo (quasi) zero con Alfred

Tempo di lettura: 3 minuti

Un nome amichevole e un’icona che ricorda il classico maggiordomo anglosassone, ma più sorridente: Alfred è un’app disponibile per dispositivi Android ed Apple, ed il suo scopo principale è quello di trasformare qualsiasi cellulare in una telecamera di sicurezza, controllabile da remoto da qualsiasi altro dispositivo (computer incluso). Prima di parlare della mia personale esperienza con questa App, sottolineo fin da subito che Alfred è gratuito (con pubblicità, ovviamente) e che, anche in versione gratuita, non ci sono limitazioni di utilizzo. E’ un dettaglio non di poco conto, perchè sugli App Store (di Google e di Apple) sono presenti moltissimi software molto simili ad Alfred, ma la maggior parte sono a pagamento, oppure non funzionano altrettanto bene, o non funzionano per niente. Mi sono imbattutto in Alfred quasi per caso, dopo aver provato altri software (come WardenCam, che prometteva molto bene ma stranamente non ha funzionato affatto, nemmeno sotto copertura Wi-Fi; magari a voi funziona… link su App Store, link su Google Play). Il presupposto di base di Alfred è che ognuno di noi, quasi sicuramente, ha un cellulare che non usa abbandonato in un cassetto. (altro…)

QuickOffice, gratuito per Google Apps for Business

QuickOffice, gratuito per Google Apps for Business

Tempo di lettura: 1 minuto

Se la vostra e-mail di lavoro è davvero troppo simile a GMail, allora la vostra azienda sta utilizzando Google Apps for Business (e non questa roba qui, che non c’entra nulla!).

Bene, c’è un’ottima notizia per voi: Google, che nel Giugno del 2012 ha acquisito QuickOffice, ha finalmente concretizzato l’investimento proprio un paio di giorni fa, rilasciando una speciale versione dell’applicazione QuickOffice dedicata a tutti gli utilizzatori di Google Apps for Business. Gratuita.

L’applicazione è disponibile per Android e Apple iOS, rispettivamente sul Google Play e sull’App Store. QuickOffice vi permette di aprire, modificare e creare ex-novo documenti Word, Excel e PowerPoint, e consente anche la visualizzazione e l’esportazione del formato PDF. Si integra con Google Drive, consentendo di aprire e salvare file dal servizio Cloud di Google, ma è anche possibile lavorare semplicemente sul proprio dispositivo, salvando nella memoria interna o su SD Card.

(altro…)

Accorrete: offerte speciali nel Google Play Store!

Accorrete: offerte speciali nel Google Play Store!

Tempo di lettura: 1 minuto

Per festeggiare i 25 miliardi di applicazioni scaricate, Google presenta una selezione di app in offerta a 25 centesimi di Euro.

Non è la prima volta che Google lanci promozioni di questo tipo; a Dicembre 2011, se non ricordo male, per qualche giorno sono state disponibili applicazioni a 10 centesimi l’una, e ne acquistai parecchie.

Oggi, per esempio, vale la pena notare la presenza di parecchi videogiochi degni di nota.

Molto carino, per gli appassionati del genere RPG/Manageriale, è Dungeon Village della KairoSoft, già molto nota per altri videogiochi dall’impostazione simile, come per esempio Game Dev Story. Gli sportivi non potranno lasciarsi sfuggire Fifa 12, videogioco che non necessita di ulteriori commenti e descrizioni, mentre altro videogioco davvero ben fatto è World of Goo, avvincente puzzle game che vede protagoniste le simpatiche palline di “goo”, che dovrete portare in salvo verso la fine di ogni livello, identificata da un tubo aspiratore che le risucchierà verso la salvezza. Più difficile a dirsi che a farsi, lo garantisco.

(altro…)

Videogiochi d’annata con MAME4Droid Reloaded

Videogiochi d’annata con MAME4Droid Reloaded

Tempo di lettura: 3 minuti

Sono un inguaribile nostalgico, nonchè appassionato di videogiochi dai tempi del glorioso Commodore 64 (LOAD,8,1 …quanti ricordi). Ora, questa mia passione in realtà viene chiamata retrogaming, e credo che sia ormai diventato uno sport quello di far girare i vecchi videogiochi su qualunque tipo di aggeggio elettronico, smartphone e tablet inclusi.

In questi casi, il nome che salta fuori è sempre il solito: MAME, il grandissimo lavoro di Nicola Salmoria, che ha reso possibile l’emulazione di migliaia e migliaia di videogiochi da bar, dagli anni 70 fino ai giorni nostri.

Dopo questa breve ma doverosa introduzione, passiamo alle cose divertenti: come far girare il MAME su un dispositivo Android, e, ciliegina sulla torta, usare il controller della Wii (Wiimote) per giocare più  comodamente. Premetto che far girare il MAME in modo decente non è  alla portata di tutti gli smartphone o tablet: serve almeno un processore 1 GHz o superiore, meglio se dual core, una discreta capacità grafica, un pò di RAM libera e almeno 1 GB di spazio nella memoria interna o nella SD Card.

(altro…)

5 motivi per i quali non dovreste utilizzare Outlook

5 motivi per i quali non dovreste utilizzare Outlook

Tempo di lettura: 5 minuti

Premetto che, dopo diversi anni a contatto con Outlook (mio malgrado) e con tutti i suoi problemi e insensatezze, ho sviluppato una forma di avversione che si è lentamente evoluta prima in repulsione, poi in odio profondo. Spinto da questi sentimenti, ho sentito la necessità di elencare i motivi secondo i quali NESSUNO  dovrebbe utilizzare Outlook.

Senza arrivare ad elencarne addirittura 67, come ha fatto diverso tempo fa tale Stan James sul suo blog (e , ad essere sincero, alcuni motivi sono piuttosto ridicoli o inesatti), posso agevolmente elencare 5 motivi, sensati e argomentati, che dovrebbero far sorgere almeno la domanda “…ma perchè sto ancora usando Outlook?”.

(altro…)

Da avere sul BlackBerry: Advanced OS and LED

Da avere sul BlackBerry: Advanced OS and LED

Tempo di lettura: 3 minuti

Diciamolo chiaramente: sul BlackBerry non è molto diffusa l’abitudine di spulciare il Market alla ricerca di applicazioni interessanti, ovviamente gratuite. Anche se il BlackBerry App World non è lontanamente paragonabile all’Apple Store e al Google Play Store, qualche piacevole sorpresa riesce comunque a regalarcela, e in questo caso la sorpresa si chiama Advanced OS and LED, di Sultan Al Sooz (il suo sito è qui).

Cosa fa? Diverse cose: per iniziare, ci da il controllo totale sul comportamento del led di notifica del BlackBerry. Può sembrare una sciocchezza, ma in realtà è una caratteristica molto interessante, perchè, ad esempio, consente di assegnare un lampeggiamento (blinking) di colore e “ritmo” diverso in base alle email che ci arrivano. La diversificazione è molto granulare, e possiamo assegnare un blink e un colore (in realtà, fino a 4 colori insieme per comporre il nostro personale arcobaleno) ad ognuno degli account e-mail configurati sul dispositivo. Quindi, un messaggio arrivato sull’account personale potrebbe lampeggiare lentamente di un rilassante blu, mentre un messaggio arrivato su quello di lavoro potrebbe allertarci con un blinking veloce di un rosso vivo. Questo ci consente di sapere fin da subito se è una mail a cui dare priorità oppure no.

(altro…)

Ultimo update di il .

Pagina 1 di 212

Pin It on Pinterest