Tastiera con touchpad integrato Rapoo E9090P
dic02

Tastiera con touchpad integrato Rapoo E9090P

Come già scritto in un precedente articolo (questo), pensare ai regali di Natale con largo anticipo è un’idea vincente. E sempre a questo proposito, recensisco la presente tastiera con touchpad integrato della Rapoo, che appunto mi sono fatto regalare per Natale. Si, è vero, l’ho scartata in anticipo, ma solo per poterla recensire.

Comunque, le caratteristiche salienti della Rapoo E9090P sono numerose:

  • design e materiali di ottima qualità;
  • batteria integrata con ricarica wireless (in standard QI);
  • touchpad di ampie dimensioni;
  • touch gestures per le operazioni più comuni  (solo computer Windows, purtroppo);
  • retroilluminazione regolabile;
  • wireless con chiavetta di trasmissione inclusa

Presa nel suo insieme, non troviamo nessun reale concorrente per questo prodotto: solamente la blasonata Logitech offre qualcosa di paragonabile. Per esempio, come modello base c’è la K400 con il touchpad integrato e la connessione wireless, mentre la più completa K830 (che non riesco a trovare nel sito italiano, ma solo in quello Svizzero, qui) è molto simile alla Rapoo E9090P, offrendo anche la retroilluminazione e la batteria ricaricabile (ma non in standard QI). Il prezzo, poi, è maggiore, assestandosi intorno ai 104 Euro su Amazon.it, contro gli 89 Euro richiesti per la Rapoo (da Mediaworld, che scendono di qualche Euro su Amazon, ma non ci sono grosse offerte).

Ma in buona sostanza, come si comporta questa tastiera? Bene, assolutamente senza problemi.

Leggi tutto
Europa contro Google, atto secondo
dic01

Europa contro Google, atto secondo

Sembra che il passatempo preferito dal Parlamento Europeo, da qualche tempo a questa parte, sia quello di scassare i cosiddetti a Google (con questa storia qui, per esempio). In effetti fra Apple, Oracle e Microsoft (e molti altri, ma questi li ricordo con precisione), sembra che il passatempo preferito del mondo intero sia quello di scassare i cosiddetti a Google. Ma il Parlamento Europeo ne ha combinata un’altra: vorrebbe che, in nome del  libero mercato e della concorrenza, Google si divida in due parti distinte e separate. Insomma, la parte di indicizzazione dei contenuti dovrebbe essere separata da quella commerciale, ovvero dalla vendità di pubblicità, perchè secondo loro Google sfrutta la sua posizione dominante per favorire i clienti paganti e farli risultare in cima alla classifica nelle ricerche (per l’articolo su Punto Informatico, ecco il link)

Ma, scusate: solo io vedo una serie di evidenti contraddizioni in tutto ciò? In televisione, o sui giornali, gli spazi pubblicitari nelle “zone pregiate” (la prima serata in TV, per esempio) non vengono forse pagati a peso d’oro dagli inserzionisti?

Leggi tutto
I regali di Natale in largo anticipo sono una roba intelligente
nov24

I regali di Natale in largo anticipo sono una roba intelligente

Sto già notando una discreta frenesia nei centri commerciali: più che altro mi sembra di vedere molta gente a spasso in cerca dell’idea originale e a buon prezzo, visto che non noto la presenza di borse, pacchi e carrelli esageratamente pieni. Ma sono solo osservazioni personali, limitate e arbitrarie, quindi chissenefrega :).

Invece, una cosa davvero intelligente è quella di farsi un giretto su Amazon e creare una bella Lista dei desideri dove appuntare tutte le possibili idee regalo per le imminenti festività. Il vero vantaggio consiste nella possibilità di confrontare moltissime alternative, e per lo stesso prodotto potete avere una vasta gamma di prezzi (a volte, riscontro differenze di prezzo di oltre 20 euro per lo stesso articolo, da venditori diversi).

“Eh, ma ci sono sempre le spesi di spedizione!” qualcuno obietterà. La mia prima risposta è “Stolti, esiste Amazon Prime“, mentre la seconda risposta è “Stolti, preferite prendere la macchina, affrontare il traffico, arrivare ad un centro commerciale strapieno, combattere nei negozi per ore, riprendere la macchina (pagando quasi sempre il ticket del parcheggio) e ri-affrontare il traffico per tornare a casa?”. A parer mio, una decina di Euro di spese di spedizione che mi risparmiano quanto appena detto, sono un grande affare. Ma questo non vale se siete masochisti, ovvio.

Ed ecco una piccola selezione di idee…

Leggi tutto
Google lancia Inbox, la rivoluzione della posta elettronica
ott23

Google lancia Inbox, la rivoluzione della posta elettronica

E’ iniziata la caccia agli inviti, perchè la novità che Google ha presentato è (per ora) solo su invito. Come successe il primo Aprile del 2004, quando Google diede uno scossone al mondo fin troppo statico della posta elettronica presentando Gmail, anche la nuova Inbox è riservata solo ai pochi fortunati che hanno ricevuto un invito.

In poche parole, Inbox è un’applicazione che si prefigge lo scopo di rendere la posta elettronica il centro delle proprie attività, automatizzando una grande quantità di azioni, raggruppando automaticamente i messaggi simili, filtrando ciò che ha priorità da ciò che può essere rimandato.

Per chi già utilizza Google Now (sia su Android che su iOS), il concetto non è del tutto nuovo. Il sito http://www.google.com/inbox/ spiega, in poche parole (e tante immagini), le potenzialità dell’applicazione.

Leggi tutto

Pin It on Pinterest